Linea Gaggioli

Top in pietre naturali e quarzi

Dopo l’articolo sui piani in laminato non può mancare quello sui Top per cucina in pietre naturali e pietre sintetiche.

  1. Top cucina in marmo o granito

Le incomparabili caratteristiche estetiche dei top cucina in marmo e granito, pietre naturali, li rendono tra i piani lavoro più ricercati tra gli amanti delle cucine. I piani di lavoro in marmo sono apprezzati per caratteristiche estetiche inimitabili, grazie a inconfondibili diversificazioni cromatiche, ma non sono altrettanto popolari come prezzi. Quali sono le differenze tra piani lavoro cucina in marmo e in granito? Generalmente si definisce un top cucina in granito resistente e longevo, mentre un top cucina in marmo si identifica come molto pregiato ed elegante. Un piano lavoro in marmo o in granito, rende la cucina un ambiente sofisticato e prezioso, esaltando in modo efficace design e valori di una vera cucina di stampo tradizionale. I top cucina in marmo sono la scelta perfetta per persone innamorate di un design classico e di pregio. Igienico, affidabile ed esteticamente molto raffinato, un piano di lavoro in marmo è una scelta in grado di valorizzare in modo unico la tua cucina. Nel caso del marmo Il suo unico punto debole è l’essere un materiale “giovane” e quindi con una struttura molecolare più larga del Granito. Questa sua caratteristica permette l’infiltrazione di liquidi che possono compromettere, se non rimossi tempestivamente, il risultato estetico.

Come pulire piani cucina in marmo e granito (pietre naturali)

Per una corretta manutenzione di un piano cucina in marmo o granito è evitate l’acido citrico (presente ad esempio nella frutta nei pomodori e negli agrumi) che agisce sulla superficie lucida, togliendone l’originaria brillantezza. Anche prodotti per la pulizia o liquidi alimentari come olio, vino, aceto, se non rimossi immediatamente dopo il contatto con il piano possono danneggiarlo.
È sconsigliato l’utilizzo di anticalcare in quanto può certamente deteriorare la superfice della pietra.

  1. Top per cucine in quarzo e OKITE®

I top per cucine in quarzo sono un ottimo investimento per chi ama l’estetica e l’eleganza dei piani lavoro in marmo, caratteristiche presenti anche in un top innovativo e al contempo pratico come quello in quarzo. I piani cucina in quarzo sono molto resistenti all’abrasione, alle macchie e agli agenti acidi. Questo tipo di top cucina è composto dal 95% di quarzo naturale, integrato con resine e pigmenti ossidi utilizzati per correggerne caratteristiche e aspetto. Il quarzo è un materiale estremamente durevole e resistente. Grazie ad una superficie non porosa non ha nemmeno bisogno di essere protetto come ad esempio i top per cucine in pietra naturale. L’incredibile varietà di modelli e colori rende questi piani cucina pari per popolarità con i top cucina in granito.

Se invece parliamo di piano cucina in OKITE®, ci riferiamo ad un materiale che è cinque volte più forte del granito, impermeabile, semplice da pulire, eco-sostenibile e 100% Made in Italy. I vantaggi di un top per cucina in OKITE®? Questo piano lavoro cucina richiede poca manutenzione, la sua superficie non porosa impedisce l’assorbimento dell’umidità o dei cibi e per pulirlo è sufficiente passare un panno umido, senza agenti chimici o protettivi. I piani cucina in OKITE® sono il connubio perfetto tra praticità ed estetica. Una caratteristica molto apprezzata di questo top di quarzo è la sorprendente capacità di riprodurre le venature caratteristiche del marmo, senza tutti i problemi legati alla sua manutenzione. In ogni caso è sempre consigliabile porre un sottopentola sotto la pentola appena tolta al fornello per non lasciare aloni sulla superficie del piano di lavoro che, essendo composto da polvere di quarzo e resine naturali, rischia di perdere brillantezza in seguito al contatto con metallo ad alta temperatura (l’opacizzazione è dovuta alla modifica molecolare della resina dovuta alle alte temperature.)

Top cucina Neolith®

Il top cucina in Neolith® non fa parte della famiglia delle ceramiche e delle porcellane, ma rappresenta una loro evoluzione che ha portato alla creazione di un prodotto dalle performance eccellenti. Tramite un particolare processo di lavorazione di materiali naturali, le lastre che si ottengono sono compatte, resistenti e durature, ereditano dai graniti la robustezza, dai vetri minerali la stabilità, dagli ossidi naturali le proprietà cromatiche. A questo si aggiunge un metodo di decoro con inchiostro ad acqua, chiamato Hydro-NDD2.0, che completa il prodotto rispettandone la naturalità al 100%.

I top in Neolith® non risultano porosi, sono resistenti alle macchie, alle alte temperature, agli shock termici, all’umidità, ai raggi uv, a graffi e abrasioni e assolutamente igieniche. Possono essere infatti puliti con la maggior parte degli sgrassatori in commercio, addirittura con l’ammoniaca continuando a preservare le loro proprietà funzionali senza che l’estetica venga minimamente intaccata.

 

 

I piani in okite® o agglomerati al quarzo

Su questi piani possono essere utilizzati tutti i prodotti per la pulizia delle superfici dure. Vi consigliamo di risciacquare con cura il top in modo da eliminare eventuali residui di sapone. Da evitare anche l’uso di sgrassatori di tipo basico. Per le macchie di calcare si consiglia l’uso di detergenti anticalcare a base acida (tipo Viakal). Normalmente i prodotti scuri e opachi hanno la tendenza ad evidenziare di più lo sporco ed è quindi necessaria una maggiore cura per mantenere il piano pulito; questo però non pregiudica le caratteristiche di resistenza ed affidabilità del piano, che rimangono inalterate per tutte le colorazioni.

Torna su